La Sardegna

« La vita in Sardegna è forse la migliore che un uomo possa augurarsi: ventiquattro mila chilometri di
foreste, di campagne, di coste immerse in un mare miracoloso dovrebbero coincidere con quello che io
consiglierei al buon Dio di regalarci come Paradiso »
Faber

La leggenda “Su Casteddu de sa Fae “

La leggenda tramandata oralmente vuole che intorno al 1300 una flotta di Saraceni sbarcasse sulle coste di Posada.

Essi, data l’ostile conformazione del territorio,si resero conto che l’unico modo per rendere vincente

Un piccolo comune dell’entroterra della Sardegna , estremamente rappresentativo dalla realtà sociale della Barbagia .

Si distende su un ripido pendio esposto a settentrione ,ai margini dell’altopiano che alle spalle

Le aree carsiche del supramonte di Orgosolo sono delimitate a nord dalla spezzata di P.ta Cateddu- Su Sercone – Campu Doinanicoro -Gola di Gorroppu; ad est da Rio Flumineddu , a sud dalla congiungente Monte Novo San Giovanni -Cuile Su Vadu e S’Eni ; ad ovest dalla bastionata calcaea compresa tra P.ta Cateddu e P.ta Gantinarvu.

Supramonte di Oliena

Rispetto agli altri supramontes , quello di Oliena risulta essere il più piccolo per estensione , ma non certamente il meno affascinante.Fra le sue montagne conosciute in tutta Europa per bellezza ed importanza naturale svettano imponenti Monte Corrasi (1463 m ) , Punta sos Nidos (1348 m) , Punta Ortu Camminu (1331m) , Punta carabidda ( 1321 m) .

Il supramonte è un vasto e accidentato altopiano Calcareo – Dolomitico , compreso fra i paesi di Baunei , Urzulei , Orgosolo , Oliena e Dorgali.

La complessa formazione di quest’area , nel contempo austera ed affascinante è caratterizzata da imponenti e spettacolari manifestazioni carsiche che facilitano la sua identificazione territoriale.Effettivamente esiste un supramonte per ognuno dei paesi citati